I figli di Medea

0 out of 5

9,50 

Mea e Gias, di sette e cinque anni, vorrebbero fuggire da casa. I loro genitori, Medea e Giasone, sono tutti presi dai propri conflitti, dal proprio dolore, e non si accorgono di quanto anche i figli stiano soffrendo. Giasone ha un nuovo amore e Medea, sola in un paese straniero, senza amici e senza lavoro, si sente disperata e depressa. Ma che cosa vuol dire separarsi? E perché succede? E come mai rispondere a certe domande dei piccoli per i grandi è così difficile?
A Stoccolma, Svezia, nel 1975, tra gli spazi del Teatro Unga Klara e quelli delle scuole con cui lavoravano, Suzanne Osten e Per Lysander riscrissero la Medea di Euripide con i bambini.
Volevano raccontare loro le tragedie dell’infanzia,  prendere sul serio le esperienze dei piccoli e scrivere un dramma del destino sulla limitata possibilità di agire nel mondo dei grandi; attraversare con loro ogni possibilità di fuga dal dramma, per poi scoprire che la liberazione avviene a casa se finalmente si viene aiutati a comprendere la realtà.
È nato così I figli di Medea: un’opera divertente, profonda, importante, convincente; un esperimento di scrittura e teatro con i piccoli che appare ancora oggi unico e irripetibile.


Categoria: teatro

Descrizione

Autori: Per Lysander e Suzanne Osten
Traduzione: Laura Cangemi
Illustrazione di copertina: Viola Niccolai

ISBN: 9788885592193
CATEGORIA: Teatro
COLLANA: I gabbiani / 1
Svezia

ANNO: 2020
ETÀ: da 8 anni
PAGINE: 74
FORMATO: 13X20

Diritti disponibili: NO

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “I figli di Medea”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *