Piccole pièce

0 out of 5

10,00 

Mamma, papà e bebè ‘fantasmi’ hanno paura dei vivi pur essendo convinti che i vivi non esistano: da bravi morti viventi, considerano una minaccia qualunque cosa o persona si mostri alla luce. E sono strani, stranieri perché inattesi, anche i tanti ospiti piombati in casa dei coniugi Portellone: mentre il piccolo Antonino aspetta Babbo Natale, nelle stanze dei grandi la vigilia è assurda e vorticosa.
Si piange e si ride, come quando il signor Ginocchio fa visita ai signori Cacatoa, o quando un Re svela a sua figlia il grande segreto. Ci si diverte, ci si commuove e ci s’indigna, come accade allo zoo di fronte alla crisi del signor Leone che ha il suo lavoro da svolgere, il suo ruolo nel gioco delle parti dell’esistenza, e però non sopporta né il cinismo dei datori di lavoro né l’invadenza e l’ottusità dei visitatori.
Questi pezzi teatrali furono composti da Prévert tra il 1932 e il 1936, negli anni in cui l’autore francese guidava gli artisti militanti del ‘groupe Octobre’ verso l’ironia e la poesia di un teatro allestito per le strade con urgenza. Ma se ancora ci parlano con la loro crudeltà, i paradossi, la magnifica distanza dal ‘politicamente corretto’, è forse per l’intenzione che ne mosse l’origine: la certezza che la vita fosse un teatro e per questo il teatro potesse cambiare il mondo denunciandone ogni ingiustizia.


Descrizione

Autore: Jacques Prévert
Traduzione: Grabriella Bosco
Illustrazione di copertina: Alessandro Sanna

COLLANA: I gabbiani /14  diretta da Federica Iacobelli
Italia

ISBN: 9788885592414
ANNO: 2021
PAGINE: 102
FORMATO: 13X20

Disponibile dal 20 Novembre

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Piccole pièce”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *